"Chi viaggia senza incontrare “l’altro”, non viaggia, si sposta”.
Alexandra David Neel

Viaggi Etnografici

In mostra a Roma i “Popoli del Lago Ciad. Una crisi umanitaria vista dall’interno”

Popoli del Ciad, Credits Abdoulaye Barry

Credits Abdoulaye Barry

Sono circa 11 milioni gli uomini, le donne e i bambini afflitti dalle violenze scoppiate con la nascita del gruppo terroristico nigeriano Boko Haram, un conflitto che, dal 2014 ad oggi, ha creato 2,4 milioni di sfollati, messo 5 milioni di persone a rischio di insicurezza alimentare e 3 milioni di bambini fuori dal sistema scolastico. Questa crisi dimenticata è documentata nella mostra fotografica “I popoli del lago Ciad. Una crisi umanitaria vista dall’interno”, fino al 13 gennaio presso il Museo Nazionale Pigorini di Roma all’EUR, organizzata da Vita in collaborazione con Coopi e il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.
Continua a leggere

Il mondo in festa, sei Paesi da scoprire nei loro festival colorati

Il mondo in festa, Viaggi LeviPer i viaggiatori alla ricerca di spiritualità e devozione, tradizione e folklore, ecco il mondo in festa. Sei Paesi da scoprire in occasione dei loro festival più importanti, per immergersi profondamente nella cultura di un popolo, e vivere i momenti più sacri dell’anno insieme.
Si parte del Turkmenistan con la Festa Nazionale del cavallo Akhal Tekè, istituita nei primi anni dopo l’indipendenza dall’Unione Sovietica dall’allora presidente Saparmurat Niazov, il Turkmenbashi, ovvero il padre di tutti i turkmeni, che definì i cavalli Akhal Tekè: “le ali del nostro popolo e il suo orgoglio nazionale”.

Continua a leggere

In Kirghizistan tra montagne e nomadi

Kirghizistan Viaggi Levi Il popolo nomade dei kirghisi, proveniente dalla Siberia in cerca di pascoli e difese naturali, si fermò nel Kirghizistan, piccola nazione priva di sbocchi sul mare, il cui territorio, considerato lo Shangri-La dell’Asia Centrale, prevalentemente montuoso, è circondato da frastagliate catene punteggiate di cime vertiginose. Quando nel 1991 l’Unione Sovietica crollò, la sconosciuta repubblica del Kirghizistan cadde in una sorta di limbo, apparentemente senza risorse né attrezzature per sopravvivere da sola. Finora ha retto grazie a una buona dose di coraggio e alla generosità dei paesi occidentali e sta facendo molto più di qualsiasi altra repubblica dell’Asia centrale per incentivare il turismo, essendo una delle poche cose che ha da vendere al resto del mondo.

Continua a leggere

Tre feste nel sud-est asiatico alla scoperta delle radici

Filippine, Viaggi LeviAti-Atihan nelle Filippine, Wat Phu in Laos e il Festival dei Chin in Birmania. Tra gennaio e febbraio, tre celebrazioni, religiose o tradizionali, che sono spesso l’espressione contemporanea del ricordo delle origini, delle radici di un popolo; un patrimonio immateriale che si tramanda di generazione in generazione al fine di salvaguardarlo.
Un viaggio che permette di assistere a questi importanti momenti di festa e di ricordo da parte della popolazione ospitante, offre il privilegio assoluto di empatia con essa e maggior conoscenza delle sue tradizioni e dei suoi rituali.

Continua a leggere

Archivi