"Chi viaggia senza incontrare “l’altro”, non viaggia, si sposta”.
Alexandra David Neel

vino

Boa Vista, l’altra Africa

pesca a Boa

pesca a Boa Vista

Reportage – Luis arriva al molo del piccolo porto con un sorriso e un tonno di 37 chilogrammi fra le braccia. E’ l’anima più autentica di Boa Vista, piccola isola di pescatori a 455 km a ovest dalle coste del Senegal. Terza isola per grandezza dell’arcipelago della Repubblica di Capo Verde, Boa Vista è l’incontro di due giganti, il deserto e l’oceano, che ogni giorno si sfiorano dando vita a dune di sabbia bianchissima che si gettano nelle acque verde smeraldo dell’Atlantico. Qui c’è ancora poco di tutto, ma con una natura forte, coinvolgente, a tratti struggente. La pesca (blue marlin, tonni, wahoo, yellowfin e sailfish) e, in minor parte, il turismo costituiscono le risorse dell’economia locale.

Continua a leggere

Se il mare ha un gusto, è quello dei vin dessables della Camargue

Camargue, vin de sables

Camargue, vin de sables

La Camargue, un paesaggio unico tra stagni, dune, pinete e lagune. Fenicotteri, cavalli e tori.
Un viaggio in questa parte magnifica e solitaria della Francia, spesso visitata in estate, parte dagli acquitrini, dalle cavalcate sui bianchi destrieri autoctoni e dal birdwatching.
Una prospettiva diversa comprende un viaggio alla scoperta dei vini di questa zona, che inizia lasciandosi alle spalle la Provenza classica della Costa Azzurra, insieme alla mondanità e alla vita classica di spiaggia fatta di ombrelloni, formine, secchielli e famiglie ordinate. Pianificare un percorso di assaggi prevede una mutazione del proprio immaginario, per lo meno di noi italiani, che quando pensiamo al vino francese immediatamente visualizziamo i grandi vini della Borgogna, di Bordeaux o lo bollicine dello Champagne. Il mito intorno ai vini delle sabbie della Camargue resiste però in Francia, ma è meno conosciuto, almeno in Italia.

Continua a leggere

Da Paphos alla penisola di Akamas nel Sentiero E4

Cascate di Kaledonian, Bagni di Adone

Cascate di Kaledonian, Bagni di Adone

Reportage – Cinquecentoquaranta chilometri del “Sentiero Europeo a distanza E4” segnalati in svariati tracciati da 7,5 a 45 chilometri costeggiano le baie silenziose e gli anfratti solitari della penisola di Akamas fino a Paphos, distretto sulla costa occidentale dell’isola, sinonimo di Aphrodite, la dea mitologica dell’amore e della bellezza. Dal 2004 Cipro fa parte del “Sentiero Europeo a lunga distanza E4”, complesso sistema di tracciati ambientali che parte da Gibilterra, attraversa Spagna, Francia, Svizzera, Austria, Ungheria, Bulgaria, Grecia continentale e l’isola di Creta per giungere, infine, a Cipro. Nel suo percorso cipriota, il Sentiero Europeo E4 collega gli aeroporti internazionali di Paphos e Larnaka, attraversa la catena montuosa dei Troodos, la penisola di Akamas ed estese aree rurali, passando per regioni di grande rilevanza da un punto di vista ecologico, storico, culturale e scientifico. Nel promontorio all’estremo nord-ovest dell’isola, la penisola di Akamas, che prende il nome da un eroe ellenico, è uno degli ultimi tratti della costa cipriota ancora incontaminati, un’area di selvaggia bellezza, dove ripide scogliere, ricoperte di pini, si tuffano in limpide acque turchesi. Continua a leggere

In Franconia, nel regno dei vini bianchi

isola del vino, Baviera settentrionale

isola del vino, Baviera settentrionale

Reportage – A piedi o in bici, la Franconia seduce con una natura selvaggia attraversata da 4.000 chilometri di percorsi tracciati, intervallati da numerose locande a gestione familiare dove assaggiare le specialità della cucina, famosa per i suoi arrosti e stinchi di maiale (il famoso Schaufele). Würzburg, porta d’accesso alla Strada Romantica, antica sede vescovile e pittoresco centro universitario, è una città barocca dal fascino mediterraneo, cresciuta intorno al fiume Meno. Collocata in posizione idilliaca tra colline coperte da vigneti, rappresenta la porta d’accesso della Strada Romantica, uno degli itinerari turistici più famosi e amati della Germania, costellata di capolavori architettonici di diverse epoche. Arte, cultura e vino francone appartengono alla vita di Würzburg e trasmettono una sensuale atmosfera mediterranea. Simboli della città sono la maestosa fortezza Marienberg e la lussuosa Residenza dei vescovi principi, capolavoro del barocco nella Germania meridionale.

Continua a leggere

Il silenzio assordante degli eremi rupestri

Eremi d'Abruzzo

Eremi d’Abruzzo

di Gianfranco Battisti - Sono oltre cento gli eremi rupestri presenti nei sentieri impervi d’Abruzzo, nascosti fra le montagne e perduti nel silenzio di paesaggi incontaminati. Fin dal Medioevo gole e caverne sono state trasformate in eremi, santuari e cappelle solitarie dal fascino mistico e difficili da raggiungere per la loro posizione geografica.  Edificati fra le rocce, modellate nei secoli dal vento, sono un connubio esemplare fra natura, sacralità e arte. Nel comune di Roccamorice (650 m) spicca l’eremo di San Bartolomeo in Legis, edificato da Celestino V nel 1250 sulle rovine di una precedente costruzione.

Continua a leggere

Archivi