"Chi viaggia senza incontrare “l’altro”, non viaggia, si sposta”.
Alexandra David Neel

I 7 migliori Miradouros di Lisbona

Miradouro Sophia Mello Breyne AndresenSecondo la leggenda, Lisbona fu costruita su sette colli e ad ognuno di essi fu dato il nome di un santo, ad eccezione di Graça, considerata “l’ottava collina” solamente in un secondo momento. Dai miradouros, punti panoramici che offrono, ognuno da una prospettiva diversa, una vista privilegiata sulla coloratissima città e sul fiume Tago, ci si innamora di Lisbona dall’alto.

 


Miradouro da Graça – Conosciuto come Miradouro Sophia de Mello Breyner Andresen (nella foto sopra), questo Miradouro è sicuramente tra i più famosi, non solo tra i turisti ma anche tra i lisboêtas. Situato vicino alla Igreja da Graça, vanta una vista mozzafiato sui quartieri storici di Lisbona (Mouraria e Alfama), sul castello di São Jorge, sul fiume e sul Ponte 25 de Abril.
Come arrivare: camminate lungo le viette dell’Alfama o il tram 28 o i bus 712 e 726.

Miradouro da Senhora do Monte – Non lontano dal Miradouro da Graça si ammira il Miradouro da Senhora do Monte, il più elevato di tutti, ideale per po’ di tempo in solitaria.
Come arrivare: prendete il tram 28 fino alla fermata Rua da Graça. Da qui camminate lungo la Rua da Senhora

Miradouro Castelo Sao JorgeMiradouro de São Jorge – Costruito nel VI secolo a.C. sulla collina più alta di Lisbona, il castello di São Jorge è certamente un must-see. All’interno si visita la camera oscura e, usciti, i tetti rossi e i colori vivaci delle case oppure leggete un libro o semplicemente mettetevi do Monte fino a destinazione. Ingresso 8.50€, inclusa la visita al castello. 
Come arrivare: salite fino in cima attraversando l’Alfama; in alternativa, il bus 37.

 

 

 

Miradouro Santa LuziaMiradouro de Santa Luzia – Questa terrazza panoramica,  ricoperta da una bellissima bouganville, prende il nome dalla chiesa accanto: la Igreja de Santa Luzia. Da qui si ha una vista inedita sull’Alfama: tra le case spiccano il National Pantheon, la chiesa di Santo Stefano e le due torri della chiesa di San Michele. Gliazulejos che decorano il muretto, le campane del tram e le note del fado che si diffondono nell’aria creano un’atmosfera tipicamente lisboeta.
Come arrivare: camminare per la Baixa o sull’iconico tram 28.

Miradouro Portas do Sol – A pochi passi da quello di Santa Luzia, questo grazioso balconcino che dà sempre sull’Alfama, ma da una prospettiva diversa. Il suo nome significa letteralmente “porta del sole”: proprio qui, dove il sole sorge, era anticamente situata la porta est per entrare in città. Ogni pomeriggio,  si riuniscono artisti e musicisti che riscaldano l’atmosfera con canzoni della tradizione.
Come arrivare: il tram 12 e il 28 si fermano dall’altra parte della strada

Miradouro São Pedro de Alcântara – Molto più di un semplice belvedere: i giardini disposti geometricamente e decorati con fontane e statue di eroi mitologici Greco-Romani rendono questo miradouro un’attrazione culturale. Da questa prospettiva, la magnificenza del castello di São Jorge non passa inosservata. Inoltre, è possibile vedere l’Alfama in tutta la sua bellezza, alcuni monumenti, chiese e il centro della città. Un consiglio: questo Miradouro è ottimale come punto di ritrovo con gli amici prima delle uscite serali al Bairro Alto.
Come arrivare: salite per le strade del Chiado o prendete l’Elevador da Glória

Miradouro de Santa Justa – Chi l’ha detto che bisogna visitare i miradouros di giorno? Ce n’è uno infatti che rivela il meglio di sé quando il sole tramonta: è il miradouro de Santa Justa, situato alla sommità del Santa Justa Elevator, che vi porterà comodamente a destinazione. In alternativa, una bella idea è scegliere una passeggiata romantica con la vostra dolce metà, camminando fino a raggiungere la chiesa di Carmo.

Turismo de Lisboa: visitlisboa.com

Archivi