"Chi viaggia senza incontrare “l’altro”, non viaggia, si sposta”.
Alexandra David Neel

“Stili e Sapori”, a Padova nasce il primo food & lifestyle festival

Stili e Sapori Padova 2017Oltre 150 eventi (laboratori, convegni e seminari), con il week end per il pubblico e il lunedì per gli operatori (2.000 accreditati) e 400 espositori di food, beverage, health care, attrezzature professionali, abbigliamento e accessori: con “Stili e Sapori” la Fiera di Padova dal 25 al 27 novembre diventa per la prima volta un grande Villaggio del gusto.
Con diverse anime: LovEat, rassegna di eccellenze enogastronomiche, Tecno&Food, salone professionale di attrezzature per la ristorazione a cui si unirà CiaoPizza curato da APES, VeganDays, il più grande festival etico d’Italia e World Allergen & Smart Food Expo, salone di materie prime e prodotti finiti, tecnologie e servizi per allergie e intolleranze alimentari, integratori e medical food.

Cinque padiglioni aperti al pubblico e ai professionisti del settore permetteranno di scoprire ingredienti, tecnologie e tendenze per mangiare bene e vivere meglio, creando il contatto con esperti internazionali e famosi chef; e fanno di questa rassegna il simbolo del cambio che la nuova gestione di GEO SpA sta dando alla Fiera di Padova, hanno sottolineato oggi alla presentazione il presidente Andrea Olivi e l’amministratore delegato Luca Griggio.

La collaborazione con Promex – Camera di Commercio di Padova, ricordata dal suo presidente Franco Conzato, rende possibile la partecipazione a Stili e Sapori di 20 buyer da Norvegia (con il Norwegian Seafood Council), Svezia, Danimarca, Finlandia e Ucraina, con 9 show cooking e due sfide tra chef norvegesi e italiani; il convegno di lunedì alle 15,30 sulla grande sfida mondiale del cibo con Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, già ministro dell’Agricoltura e la presentazione di piatti stagionali tra cui il nuovo Prato Vallino alla zucca e formaggio Asiago, realizzato con uno stampo che ricalca la forma ovale del Prato della Valle. La delegazione norvegese sarà anche composta dal foodblogger e chef di Oslo, Dag Tjersland e da Stian Mo Færsnes, cuoco della contea norvegese di Aust-Agder.

Protagonista e tema “culinario” di questa prima edizione è il baccalà, una delle eccellenze italiane che catturano sempre l’attenzione anche a livello internazionale, portato dalla Confraternita del Bacalà esistente da 30 anni – ha spiegato l’enogastronomo Romolo Cacciatori – per preservare la ricetta del baccalà alla vicentina risalente al 1431.

 

 

Stili e Sapori Padova 2017Tecno&Food (in versione Home Edition) farà scoprire le migliori attrezzature e le nuove tecniche nella preparazione dei cibi con alcuni dei marchi più importanti e assieme a LovEat e CiaoPizza animerà i Padiglioni 1, 2 e 4 con un susseguirsi di degustazioni (tre isole del gusto), laboratori, convegni e dimostrazioni nei 9 cooking point sempre attivi con i migliori chef del momento ed esperti del settore. Cesare Busetto di Loveat ha annunciato la presenza di eccellenze italiane: dalle chiocciole toscane ai prodotti biodinamici della Laguna veneziana, dall’olio di tutte le regioni (anche quello di Gaeta considerato dagli americani tra i 500 migliori al mondo) alle tisane.

 

A Tecno&Food e LovEat interverranno tra gli altri il sen. Bartolomeo Amidei che parlerà del nuovo registro nazionale dei pizzaioli professionisti, all’interno di CiaoPizza (Pad. 2) e il giornalista, scrittore e “oleologo” Luigi Caricato. Il padiglione CiaoPizza, ha ricordato Walter Botrugno di APES, su 2.000 mq proporrà 3 laboratori con 20 pizzaioli impegnati a realizzare con prodotti locali pizze al baccalà, al radicchio, al formaggio; e ci saranno i bambini che proveranno a imitare i nonni pizzaioli.

 

Vegan Days Padova 2017Vegan Days (terza edizione – Pad. 15) proposto da Stefano Momenté sarà il festival etico più grande d’Italia, con ospiti internazionali come: Melanie Joy, psicologa e docente di psicologia e sociologia presso l’Università del Massachusetts (Boston); Davide Larise, vice di Pietro Leemann al Joia di Milano, 36 anni e una lunga esperienza alle spalle; Rachida Brocklehurst, giornalista inglese, fondatrice del Luxury vegan lifestyle blog The Green V. E inoltre con il bistrò dove provare le migliori specialità della cucina vegana a un prezzo imbattibile, con 34 incontri e presentazioni di prodotti non solo alimentari.
Infine, il 2° World Allergen & Smart Food Expo (Pad. 3): punto d’incontro, ha detto Pierangelo Marchetto, tra professionisti e consumatori che desiderano approfondire la conoscenza di prodotti finiti, materie prime, tecnologie, servizi per allergie, intolleranze alimentari e medical food: mercato che in Italia vale 5 miliardi di euro. A coordinare i convegni sarà Vittorio Colizzi, docente di Immunologia all’Università di Roma Tor Vergata e direttore della Cattedra Interdisciplinare di Biotecnologie dell’UNESCO che ha allestito un importante calendario di appuntamenti avvalendosi delle competenze dell’Università di Padova, dell’Azienda Ospedaliera di Padova, del CNR, del mondo associativo e del commercio. Molto atteso anche l’intervento di Filippo Ongaro, il medico degli astronauti (sabato 25 novembre alle 15, Pad. 1) che affronterà temi legati al viver bene e a lungo tra Epigenetica e Nutrigenomica.

 

Oltre ai vini di pregio saranno presenti le birre. Luca Grandi di Birra Nostra ha ricordato come in Italia siano attivi 1.400 birrifici artigianali (producono però solo il 4% del totale di settore) che erano 250 dieci anni fa e solo 6 prima. Lunedì l’Università di Padova presenterà lo studio sui luppoli autoctoni italiani e Ivan Borsato con Confartigianato Treviso presenterà il manuale della birra. Infine le degustazioni al buio: tre al giorno nel weekend e due il lunedì, organizzate in un tir attrezzato dalla Fondazione Lucia Guderzo “Per imparare a giudicare il cibo – ha sottolineato il presidente Davide Cervellin – con sensi diversi dalla vista, in questi tempi dominati da tutto ciò che è immagine”.
Stili e Sapori sarà raccontata in Fiera il 25 e 26 novembre da due voci (e volti) d’eccezione, quelli di Tinto&Fede della trasmissione Decanter in onda dal 2003 su Rai Radio 2.


Ingresso per il pubblico
: intero 10 euro, ridotto 7.
Bambini fino ai 12 anni ingresso omaggio.
Orari: sabato ore 9,30 – 21,30; domenica 9,30 – 20,30; lunedì 9,30 – 18,30.
www.stiliesapori.it

Archivi