"Chi viaggia senza incontrare “l’altro”, non viaggia, si sposta”.
Alexandra David Neel

Più soggiorni e meno mordi e fuggi: Capri sempre più internazionale

Il turista straniero è cambiato, oggi è interessato a spendere più di qualche ora sull’isola. Ne beneficerebbe tutta la nostra economia. Non è un caso che alla BIT di Milano la maggior parte delle richieste hanno riguardato gli alberghi. “Capri è il punto di approdo di un numero variegato di tipologie di turisti, non necessariamente solo quelli interessati al lusso che pur resta un segmento trainante del nostro incoming”. Lo rivela da Milano il presidente della Federlberghi isolana, Sergio Gargiulo, in chiusura di BIT 2019.
Continua a leggere

Media Hotel Radio lancia il primo Giornale Radio sul travel

Media Radio HotelMedia Hotel Radio amplia l’offerta di informazione e formazione professionale riservata al settore del turismo e dell’ospitalità e implementa il suo palinsesto con l’avvio di nuove rubriche dedicate al Travel curate da Antonio Del Piano, attuale direttore di Il Giornale del Turismo e giornalista con vasta esperienza nel settore grazie alla collaborazione con le maggiori testate professionali italiane.
Continua a leggere

Federalberghi Capri, grande successo alla Fitur di Madrid

Federalbrghi Capri Grande successo per l’Isola di Capri alla FITUR, la borsa internazionale del turismo in svolgimento a Madrid, primo appuntamento fieristico della stagione per Federalberghi Capri. Il fascino che l’Isola Azzurra esercita sul mercato spagnolo e su quelli di lingua latino americana è stato l’elemento che ha catalizzato l’interesse di quanti hanno visitato lo stand di Capri ospitato nello spazio Italia.
Continua a leggere

Iceking, l’app per salvare i ghiacciai

Viaggiate, fotografate, caricate le immagini su www.icekingapp.com e contribuirete alla ricerca scientifica sullo stato di salute dei ghiacciai. Dalla Patagonia ai ghiacciai perenni dell’Alaska, dell’Islanda o delle Alpi, Iceking offre un’avventura a 360° aiutando i viaggiatori a diventare più sostenibili, incoraggiando il loro contributo a sostenere gli scienziati.
Continua a leggere

In mostra a Roma i “Popoli del Lago Ciad. Una crisi umanitaria vista dall’interno”

Popoli del Ciad, Credits Abdoulaye Barry

Credits Abdoulaye Barry

Sono circa 11 milioni gli uomini, le donne e i bambini afflitti dalle violenze scoppiate con la nascita del gruppo terroristico nigeriano Boko Haram, un conflitto che, dal 2014 ad oggi, ha creato 2,4 milioni di sfollati, messo 5 milioni di persone a rischio di insicurezza alimentare e 3 milioni di bambini fuori dal sistema scolastico. Questa crisi dimenticata è documentata nella mostra fotografica “I popoli del lago Ciad. Una crisi umanitaria vista dall’interno”, fino al 13 gennaio presso il Museo Nazionale Pigorini di Roma all’EUR, organizzata da Vita in collaborazione con Coopi e il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.
Continua a leggere

Archivi